Elena Sanson

Dipingo con passione i sassi cercando di ammorbidiril e renderli soffici alla vista.

Elena Sanson nasce il 23 giugno 1963 a Feltre.

Il territorio in cui vive è circondato dalle sontuose Dolomiti. Boschi e fiumi sono luoghi dove ama passeggiare e dove nasce in lei, con grande energia, il desiderio di dare un’anima a ciò che osserva.

Fin da piccola è attratta da tutto ciò che riguarda la creatività, la fantasia, la natura e la manualità.

L’artista si è formata da autentica autodidatta sperimentando dal 2005, con passione e caparbia, la tecnica della pittura su sasso con pennelli e colori acrilici.

Studia personalmente ogni sua opera partendo dalla forma che le dà il particolare supporto.

Raffigura, con minuziosità e a tutto tondo, animali e oggetti comuni con l’intento di rendere il sasso morbido e soffice alla vista.

Fonte di gran ispirazione per la Sanson sono i fiumi Piave e Cordevole. Nell’andare riflessivo alla ricerca di sé, nell’osservare con avidità la natura circostante è attirata, si direbbe ispirata, da un sasso e scatta forte il desiderio di mettersi in contatto ricavandone un soggetto che perfeziona in laboratorio.

La scelta del sasso è dettata dal lavoro che madre natura fa attraverso la costante carezza dell’acqua. Le particolari forme suggeriscono il soggetto da dipingere sfruttandone fattezze e imperfezioni.

Tra le esposizioni della Sanson sono da menzionare: Museo di Castellavazzo, Galleria Claudia Augusta di Feltre (personale), Mostra dell’Artigianato Artistico Città di Feltre (collettiva), Comune di Trichiana (personale), esposizione permanente presso”Il bosco degli Artisti” a Falcade.

Particolare rilievo bisogna dare alla mostra personale del 2014 per i molti visitatori e per la considerazione molto positiva della critica: “Animali di pietra scrutano negli occhi l’incauto visitatore, lo attirano a sé, lo ammaliano con i loro occhi vibranti”.